Le mete del Mediterraneo raggiungibili solo in barca

Le mete del Mediterraneo raggiungibili solo in barca

Alcuni dei luoghi più affascinanti e suggestivi del nostro pianeta sono preclusi a chi è confinato sulla terra ferma: solo i navigatori più intraprendenti e amanti della scoperta possono vivere le esperienze uniche regalate da questi splendidi angoli di paradiso circondati dal mare.

Andiamo alla scoperta di queste mete d’incanto, raggiungibili con sportività ed eleganza al timone di una barca da 10 metri!

Il Mediterraneo offre sicuramente una grande varietà di isole e calette che possono essere raggiunte solo via mare.

Partiamo dalla Spagna, dove troviamo località che meritano di essere visitate almeno una volta nella vita.

Sa Dragonera si trova nelle Baleari, per la precisione sulla costa occidentale di Maiorca: il suo nome nasce dal particolare profilo dell’isola, che richiama la figura di un drago dormiente. Questo luogo, un tempo covo di pirati, è oggi disabitato ed è una riserva naturale; chi vuole raggiungerlo autonomamente dovrà quindi ottenere un apposito permesso per attraccare e sbarcare.

Sa Dragonera è il luogo ideale per chi ama la natura, grazie ai numerosi sentieri escursionistici, alle zone di immersione e alle calette nascoste dalle pareti rocciose a picco sul mare.
L’isola occupa anche un posto speciale nel cuore degli appassionati del genere fantasy, essendo stata luogo di riprese della celebre serie TV Il Trono di Spade.

La Graciosa invece si trova nelle Canarie, a nord di Lanzarote, e rappresenta l’ultima frontiera dell’avventura: questo angolo di paradiso ha ispirato Stevenson, autore del romanzo L’Isola del Tesoro, grazie alle spiagge incontaminate, all’acqua cristallina e ai sentieri sabbiosi tracciati ormai secoli addietro. Raggiungibile previa richiesta di permesso per l’attracco, è il rifugio perfetto per gli amanti del mare e dell’avventura.

Nel Nord-Est della Spagna troviamo l’Arcipelago di Cies, conosciuto nell’Antica Roma con il nome di “Isole degli Dei”: affacciati sull’Oceano Atlantico, questi isolotti portano i Caraibi in Europa, con vegetazione tropicale, sabbia bianchissima e acqua verde smeraldo.

Anche quest’area è una riserva naturale protetta che necessita di un permesso per l’accesso, specialmente per quanto riguarda una delle spiagge più belle al mondo, Rodas: 1,3 chilometri di paradiso, a cui possono accedere solo 2000 persone al giorno per preservare questo splendido luogo dall’afflusso turistico.

Anche la Grecia non è da meno in quanto a bellezze naturali e mete accessibili solo via mare.

Zante, resa celebre dal poeta Ugo Foscolo con A Zacinto, è una località turistica che offre molte attrazioni, come le Grotte di Keri, l’Isola delle Tartarughe, la Riserva Marina e il Capo Skinari, ma una di questa può essere raggiunta esclusivamente al timone di un’imbarcazione: la Spiaggio del Navagio, nota anche come Spiaggia del Relitto.

Infatti, in questo bellissimo lembo di terra riposa il relitto di un’imbarcazione affondata nel 1980, che è diventato parte dello scenario: i resti di acciaio si stagliano contro le scogliere a picco sul mare ed emergono dall’acqua cristallina, dipingendo un quadro unico e ricco di fascino.

Spostandosi invece sull’Isola di Skiathos troviamo un paradiso naturale da esplorare solcando lo splendido mare dell’Egeo, ricco di grotte e di calette con spiagge di ghiaia e sabbia circondate da scogliere di gesso. In particolare, la spiaggia di Lalaria spicca fra tutte, raggiungibile solo attraversando un ‘cancello’ di roccia.

Per esplorare questi luoghi affascinanti, affidati all’esperienza di un’azienda specializzata nella costruzione di imbarcazioni altamente performanti.

La linea 340 REGINA realizzata da FIM unisce l’eleganza di uno yacht con l’agilità di un natante; l’armatore vive un’esperienza unica tra le onde e ha la possibilità di raggiungere le località più esclusive del mondo. Contattaci per saperne di più.