Cosa sono la marcatura CE e le categorie di progettazione

Cosa sono la marcatura CE e le categorie di progettazione

Uno degli aspetti normativi più significativi nella progettazione dei natanti risale a più di 20 anni: è stato infatti nel 1994 che il Parlamento Europeo ha comunicato la Direttiva 94/25/CE, resa legge in Italia nel 1998.

Questa direttiva aveva l’obiettivo di ravvicinare le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri riguardanti le imbarcazioni da diporto attraverso diverse misure condivise a livello comunitario, tra cui la marcatura CE per le unità da diporto di lunghezza compresa tra 2,5 e 24 metri, e la relativa categoria di progettazione.

La marcatura CE è fondamentale per la libera circolazione dei beni nei Paesi dell’Unione Europea: a prescindere da dove il bene è stato realizzato, gli Stati dell’UE non possono vietarne l’ingresso o la commercializzazione nei loro confini, a condizione che rispetti i requisiti previsti per il riconoscimento della sigla CE.

Questi requisiti riguardano principalmente il rispetto delle norme di sicurezza relative al bene in oggetto, da verificare attraverso test e collaudi specifici riportati in fascicoli tecnici a disposizione delle autorità, e la conformità alle norme vigenti. A seconda del tipo di bene, questo processo può essere effettuato internamente, seguendo comunque le linee guida CE, oppure da enti terzi.

Nel caso dei natanti, la marcatura CE viene accompagnata da una categoria di progettazione indicata con una lettera dalla A alla D, a cui sono associati dei parametri inerenti alle condizioni di vento e mare.

In base alla categoria di progettazione, il natante è stato realizzato per garantire una navigazione sicura entro:

  • vento forza 4 e onde di altezza significativa fino ai 0,3 metri per la categoria D;
  • vento forza 6 e onde di altezza significativa fino ai 2 metri per la categoria C;
  • vento forza 8 e onde di altezza significativa fino ai 4 metri per la categoria B;
  • senza limiti per la categoria A.

Nel rispetto di queste condizioni, un natante con marcatura CE può navigare a qualsiasi distanza dalla costa; senza, invece, devono rimanere entro 6 miglia dalla costa o entro 12 se in possesso di apposita omologazione.

La marcatura CE di un’unità da diporto è stampata su un’apposita targhetta, che riporta anche la categoria di progettazione, la portata massima consigliata e il numero massimo di persone trasportabili.

FIM si occupa di tutte le fasi di realizzazione dell’imbarcazione, a partire dalla progettazione.
La linea FIM 340 Regina è certificata CE e rientra nella categoria B, offrendo un’impareggiabile esperienza di navigazione.

Scopri la nostre linee e contattaci per maggiori informazioni.